Stanchezza
  • Ho abbastanza recentemente pubblicato un "album" (ma farei meglio a dire una single track) in ottemperanza al nuovo corso di questo sito. Invitati all'ascolto e ad esprimere il loro parere in merito gli amici -quelli classificati tra i "fans", perché gli altri sono ormai volatilizzati-, costoro hanno avuto la bontà d'incoraggiarmi con le loro recensioni. Avvertendo il bisogno di sdebitarmi per come ora posso, ho inserito a mia volta quella che formalmente potrebbe sembrare un'autorecensione, ed è di fatto solo un "grazie" a chi aveva scritto sino a quel momento o avesse voluto scrivere in futuro.

    Giusto per farmi felice, uno dei tanti bugs di questa nuova piattaforma ha però pensato bene di azzerare tutto. Al momento in cui scrivo appare un solo commento scritto in data di oggi, e null'altro.

    Le "classifiche", quest'immondizia atomizzata in tracce, sono immobili, granitiche da circa un mese. Se nel frattempo Bach avesse qui pubblicato la "Passione secondo Matteo", state pur certi che non l'avrebbe vista (e di conseguenza sentita) nessuno.

    I miei ascolti sono precipitati da diverse centinaia al giorno a poche decine. Di scaricamenti manco a parlarne, di inserimenti in playlist dicasi idem con patate.

    E immagino che in parecchi debbano stare assai peggio di me, visto che ho comunque una traccia immobile (anch'essa) nella seconda pagina degli "ascolti della settimana" (si fa per dire). Se questa è ricchezza, figuriamoci la povertà.

    Per concludere il quadro, molti amici di quel d'oltralpe, con cui avevo buoni rapporti -e Cire de Sacub in particolare, con cui ho collaborato più volte- stanno felicemente traslocando, o già lo hanno fatto, verso nuovi e più stabili lidi.

    Devo molto a questo sito, ma vorrei che qualcuno mi desse qualche motivo apprezzabile per rimanerci.

    Non lo riconosco più, e mi ci riconosco sempre di meno.

    Qualcuno mi dica qualcosa. Lo ringrazio da ora.
  • Raffaele ti dico solo questo, io ora ci vengo solo a veder se qualcuno ha bisogno di una mano sul forum e basta.
    Non riesco neanche più ad ascoltare la musica, mi deprimo.
    Non riesco a fare neanche le recensioni, c'è il limite delle 1000 lettere. Praticamente un SMS secondo i miei standard, mi viene il blocco.
    Insomma ci hanno tagliato le palle. Musica a rate, parole a rate.
    La mia pagina utente mi fa orrore, sembra un buco nero, anzi bianco, non c'è più nulla. Solo una lunga lista di 4600 frammenti di musica che una volta erano album.
    Sarò vecchia ma per me la musica è una copertina, una serie di tracce da scoltare nella sequenza che l'autore le ha messe, il messaggio che l'autore scrive.
    Il tuo bellissimo album 2pianos4artists presentato a dispense, chi scopre Modigliani che ci capisce se non vede l'album?
    Insomma, appena abbiamo finito il nuovo sito io qui chiudo bottega e chi vuole venire è il benvenuto.
  • jamendo aveva una gestione che favoriva lo scambio di idee ed il proliferare di una comunità di melomani e musicisti che non era presente in nessun altro sito ... la nostra musica era ascoltata in tutto il mondo e ci dava l'opportunità di scambiare commenti ed opinioni in tutte le lingue ...
    ... troppo bello per essere vero, infatti lassù ad un certo punto hanno tirato la catenella
    ... molti, tra i tanti Cire ed anche io, hanno deciso di non sottostare a questo cambio di direzione scelto unilateralmente da una serie di balordi.
    A te, e solo a te, la scelta di seguire il tuo cuore :-)

    ... se ti può consolare anche il loro traffico sta calando drasticamente.
    :-D
  • Insomma, nessun motivo per rimanere... ed anzi Tadd ha già traslocato e la stessa moderatrice di questo forum è con le valigie pronte.

    Nessun motivo, come già immaginavo.

    A questo punto credo che sceglierò la via salomonica del doppio cantiere. Tenuto conto che in Internet ancora non si paga l'Imu per la doppia abitazione, magari lascerò qui la mobilia in attesa di sviluppi e intanto andrò in vacanza anch'io insieme agli altri.

    Chissà che l'abbondanza di esodati non faccia rivedere ai nobili strateghi jamendiani le loro strategie!

    Grazie a Daniela e a Tadd

    Magari ci si rivedrà sull'altra faccia della luna.

  • Daniela, una curiosità, ma state organizzando il creative-workshop con funzionalità più avanzate tipo net-label?
    Perché dandoci un'occhiata mi sembrava più una sorta di Blog con link di richiamo alle opere dei vari autori che magari stavano da un'altra parte (Jamendo in primis ovviamente) ma non ho approfondito molto e magari era un'impressione sbagliata.
  • No no! Con Antonello e Teo (parte informatica), Francesco Nativo che ci ha dato la sua disponibilità di grafico, io che faccio da jolly tuttofare (segretaria, traduttrice, bardotto, cavia) vorremmo mettere su una vera piattaforma Creative Commons basata su Osiris che è sperimentale, il suo team ci supporta e ci fa le modifiche che ci servono. Teo sta modificando il palyer html5 che è una favola, con share in FB e Twitter incorporato, olte a vari link personalizzabili e il download.
    In prima battuta le tracce le prendiamo da Archive.org dove c'è la base di dati jamendo, per essere operativi da subito anche se in versione molto beta, poi con calma una volta diventati operativi e superato lo scoglio di luglio, quando ci sarà il pasaggio alla versione 1.0 di osiris e il suo rilascio definitivo in open source, allora si potranno uplodare i brani nel formato preferito. Anche wave (sconsigliato) o flac (consigliato) . Sempre appoggiati a archive. org in quanto non essendo dotati di un soldo bucato, si va a rimorchio di chi ci hosta i brani. Comunque dove fisicamente stanno i brani poco importa. Quello che ci importa è avere una stuttura social forte. Forum e chat compresa. Possibilità di commentare tutto, dal profilo artista, all'album, ovviamenti casella postale. Avremo anche un rudimentale sistema di statistiche automatiche antintrallazzo da sviluppare e da lavorarci sopra appena finita la struttura della piattaforma. Il commento per traccia non è previsto :-P E neanche Ilike Idislike, insomma mi garba non mi garba. SE ti piace lo scrivi e se non ti piace lo scrivi lo stesso, con parole non con i ditini in su e in giù.
    Chi sta su FB può entrare nel gruppo di lavoro e vede i progressi e da suggerimenti.
    @Aufklarung io ti vorrei con me e anche @mhl :-) se vi va di tentare l'avventura, tanto peggio di così......
    Io starò qui fino a che ci sarà qualcuno che ha bisogno di una mano e non sa dove siamo finiti. Tramite FB sto tenendo i contatti con tutte le comunità che erano qui.

  • Ti ringrazio dell'invito, se avessi del materiale nuovo vi terrei senz'altro in considerazione, ma purtroppo quello su cui sono maggiormente in deficit da 2 anni a questa parte è proprio la produzione musicale; ho sempre una marea di altre cose da anteporre a questa attività e riesco a riservarmi solo quella mezz'oretta al giorno per mantenermi in contatto con voi ed altri strimpellatori appassionati in giro per i forum.
    Per adesso quindi: "in bocca al lupo per la vostra nuova avventura".
    Riguardo a me: se son rose, fioriranno.
    ;-)
  • Grazie Daniela, e scusami per l'immancabile ritardo nella risposta.

    La famiglia e il lavoro mi assorbono. Trovo tempo -rubo tempo sarebbe meglio dire- per fare musica; ma non me ne rimane a sufficienza per social, chats e relative "netiquettes", come ben testimonia la scarsità dei miei interventi nel forum.

    Quello a cui tengo (tenevo) davvero è (era) almeno poter ringraziare chi mi ascolta(va) e lascia(va) una parola buona per me.

    Non ho account Facebook né Twitter, e credo non ne avrò mai. Rimpiango i cazzeggiamenti con l'ottimo Salterello, ma non avrei molto da esser di compagnia nella struttura "social" che vuoi creare.

    Tra l'altro, confermando quanto avevo accennato, è probabile che vada in vacanza su Restorm, dove in qualche modo mi sento già "prenotato". Il che, naturalmente, non esclude che uploadi anche sulla vostra piattaforma, quando sarete pronti.

    Grazie ancora, di tutto.

    Raffaele
  • Allucinante ... una migrazione di massa!!! Ci manca solo il gommone!!!!!!
  • migranti migrazione
  • Ho dato un'occhiara a Restorm. Il sito è funzionale e fatto bene, la parte social meno.
    Non amo mescolanze fra musica CC e musica con tutti i diritti riservati. Chiaro alla fin fine sulle grandi piattaforme ci devi stare a prescindere, su MySpace già ci siamo, su reverbnation pure, su Sound Cloud anche, questa, Restorm, mi pare molto simile a quelle ma più piccola e non offre niente di meglio o di diverso.
    A parte quando c'è il progetto jazz friends, per il resto io sono una "foraiola" se non c'è il forum mi manca una parte social importante, quella dove si scambiano le idee e le informazioni. Dove si cazzeggia, ma si imparano tante cose, dove si chiede consiglio o ci si lamenta dei bugs.
    Non mi accontento di 4 parole scambiate sulle recensioni.
    Probabilmente fossi un artista apprezzerei i widgettoni, la posibilità di fare due palanche, le recensioni, appunto.
    Ma una cosa mi ha dato fastidio. Vedere i bolloni "free download" sugli album. Sembrano le promozioni del supermarket: prendi due vip ti regalo un fondo di magazzino.
    La musica non è vip e non è merce, è cultura, o almeno lo è una certa musica, la cultura è di tutti, non può essere trattata così:la piglio perchè tanto è gratis. Lo so molti lo pensano, ma non deve passare il messaggio che quello che pensano è giusto, anzi dovrebbe essere il contrario, fargli capire che fare cultura è fatica e impegno e condividerla gratuitamente è un ideale, non è da fessi.
    Io il bollone "offeta speciale" sui miei album non ce lo voglio.
    Probabilmente sono quella che i francesi chiamano una: integriste barbue :D
    Quindi su restorm passo la mano, sono andata con armi bagagli e alcuni amici su UtopicMusic, già il nome mi piace, mi si addice.
    Probabilmente, quasi sicuramente, non toglierò neanche gli album, non sono la sola a decidere, possono stare qui come altrove, non partecipano a pro, quindi sono neutri da questo punto di vista.
    Ma dal punto di vista sociale, me ne sono già andata, controllo solo il post dei bugs, e se c'è spam, lo farò fino a che non si stabilizza la cosa. Invece non riesco a ascoltare la musica o fare le recensioni, con quel limite del cavolo delle 1000 battute. Prima invece la pagina di jamendo era sempre aperta accanto a quella della posta.
    Non funziona la ricerca, non funzionano i tag, funziona solo che ti vogliono fare ascoltare quello che a loro interessa, gli artisti consigliati, e io non li voglio, almeno due mi stanno anche sulle balle.
    Ok fine dello sfogo, tanto non sono neanche novità.
  • Cara Daniela,
    non ti darò dell'integralista, né naturalmente della barbuta.

    Ma il bollone free download non fa altro che dire in modo chiaro ciò che già in Jamendo è implicito. Posto dunque che, data l'ovvietà dell'assunto, il marchio dell'"aggratise" avrebbero potuto anche risparmiarselo, esso nulla aggiunge a ciò che tutti (te compresa) sanno.

    Un passaggio del tuo ragionamento mi sfugge: "prendi due vip e ti regalo un fondo di magazzino". Sarebbe vero se la giacenza venisse elargita solo dopo l'acquisto dei prodotti di marca. Ma dato che così non è stento a capire.

    Il soggetto del classico adagio secondo cui l'uomo sarebbe misura di tutte le cose è stato sostituito (progressivamente dal VII secolo a.C. in poi) dal più pedestre denaro.

    Ma un fondo di verità resiste anche in questa saggezza degradata, e nell'aprire o non aprire i cordoni della borsa al momento opportuno si rivela l'affidabilità dell'amico, del sodale, del parente. Capita così di scoprire gli amici della domenica, i sodali d'aperitivo e i parenti serpenti.

    La mia più grande felicità è nel vendere una traccia: manciate di spiccioli con cui non m'arricchirò mai. Ma l'idea che qualcuno paghi è la prova del nove, la dimostrazione geometrica che qualcosa è piaciuta al punto tale da esborsare moneta.

    Non cancellerò le mie tracce da Jamendo, e continuerò a permetterne il download senza che nessuno dica "grazie".

    Ma su Restorm mi prendo lo sfizio del copyright almeno per qualche album (sicuro peraltro di non vendere un bel niente). Ho visto tracce a 0.99 euro, una cosa ridicola, un'offesa al lavoro che c'è dietro un brano musicale più o meno articolato e complesso. Dunque ho messo le mie a quota 10: fuori mercato dovranno piacere sul serio per essere acquistate.

    Il punto è che chi naviga su Restorm o su Jamendo ha l'idea preventiva dell'"aggratise", e solo in via eccezionale (quando deve usare la musica a scopo commerciale) è disposto a retribuire.

    Diverso il discorso per siti come istockphoto, audiojungle, pond5 etc. che si rivolgono a chi cerca musica per uso privato a prezzi ragionevoli: chi valuta queste enormi librerie è già disposto a pagare, perché non cerca musica per il video amatoriale da pubblicare su Youtube, come per lo più avviene per l'utente jamendiano.

    Eppure non credo passi l'idea che chi mette la sua musica in free download sia un fesso. Io fesso non mi ritengo, e ovemai qualcuno lo credesse risponderei come Socrate quando gli riferivano le maldicenze sul suo conto: "Non sono io, non sta parlando di me".

    Un abbraccio

    Raffaele