Guadagno indiretto
  • Ciao a tutti, chiedo innanzitutto vegna nel caso le mie domande sembrassero già trattate e ripetitive, ma ho cercato nel forum e non ho trovato la questione già trattata esattamente nei termini della mia situazione.
    Siamo una associazione SENZA scopo di lucro per l'intrattenimento dei bambini: l'ingresso è libero (non è riservato ai soli soci), ma prevede comunque una tariffa d'ingresso al locale (al fine di coprire i costi ovviamente presenti).
    Stante queste premesse, volevo chiedere:
    1) per diffondere le radio Jamendo all'interno della struttura (dove è possibile entrare solo dopo il pagamento del biglietto d'ingresso) è necessario un abbonamento commerciale?
    2) è possibile permettere ai bimbi di ballare sulle musiche scaricate da Jamendo senza ulteriori licenze? (la SIAE, per 10 minuti in cui 10 bambini ballano, chiede una cifra fuori da ogni logica)
    3) nel caso di recite/saggi gratuiti al termine, ad esempio, di un corso d'inglese (sebbene si configura un "guadagno" indiretto data dall'iscrizione al corso, sebbene all'interno di un associazione non a scopo di lucro), è possibile utilizzare (senza acquistare alcuna licenza) le musiche scaricate da Jamendo? il problema è sull'attribuzione dell'opera, informazione che potrebbe essere stampata sui volantini consegnati all'ingresso.
    Vi ringrazio molto e "forza Jamendo!!": spero cresca sempre più alla faccia della SIAE ..nulla contro il diritto d'autore, ma considero la SIAE veramente una mafia legalizzata (sebbene, ormai, in Italia non ci si dovrebbe stupire più di nulla)
  • Preciso una cosa che mi sono accorto di non aver chiarito nel precedente post: le mie domande sono riferite solo a canzoni che ne prevedono "l'utilizzo commerciale", solo che, in tutti casi, la licenza CC relativa prevede che venga citato l'autore (cosa non fattibile nel caso venga diffusa come sottofondo, utilizzata per far ballare i bimbi o utilizzata come colonna sonora di uno spettacolo/saggio).
  • @giusep
    Primo chiarimento: a prescindere dall'essere o non essere una org quando girano soldi l'utilizzo è sempre commerciale. Su questo non ci piove.
    Detto questo: per avere la radio instore, ossia sottofondo musicale, ci sono le licenze PRO e vanno in base alla superficie in mq. Se guardi la sezione PRO ti puoi fare un'idea dei costi, inserisci i parametri e ottieni il preventivo di spesa. Puoi scegliere il genere musicale ma le play list le fanno loro.
    Per far ballare i bambini. Se i brani permettono un uso commerciale, ossia non hanno la clausola NC, scarica, falli ballare, dei brani scaricati fai una stampata dell'autore e titolo e l'attacchi al muro. Licenza rispettata.
    Inoltre: sempre per far ballare i bambini o per i saggi di fine anno (fra parentesi, l'indicazione delle musiche nel volantino va benissimo) se non ti bastano le musiche senza clausola NC puoi usare la musica degli artisti nel nostro collettivo (siamo una org anche noi e siamo qui su jamendo) le nostre licenze CC non permettono l'uso commerciale, ma ti autorizzo io ad utilizzarla gratuitamente, mi piace il tuo progetto e mi piace che i bambini imparino ad apprezzare musica indipendente. Se hai bisogno di una liberatoria scritta, fammelo sapere. L'elenco degli artisti lo trovi qui: http://www.creative-workshop.org
    con i link alle loro pagine personali jamendo dove scaricare i brani.
    Se avete bisogno di una mano per la musica nei saggi di fine anno, fate un fischio, in CC vengono fuori delle belle collaborazioni.
    Daniela

  • Ti ringrazio molto per la risposta completa ed immediata (sopratutto dopo aver avuto a che fare con quelli della siae, scritto volutamente in minuscolo, di cui non esiste nessuna documentazione pubblica, nessun forum di scambio opinioni o possibilità di controbattere e per cui non basterebbero tutte le imprecazioni di questo mondo).
    Innanzitutto, sono pienamente d'accordo anch'io sul fatto che "a prescindere dall'essere o non essere una org quando girano soldi l'utilizzo è sempre commerciale".
    Apprezzo, sono sinceramente grato e positivamente meravigliato dalla vostra disponibilità: allo stato attuale ho già trovato dei brani adatti senza clausula NC (più che la necessità di brani NC, mi mancherebbe solo qualche canzone famosa di cartoni animati, ma questa è ovviamente un'altra storia :) dato che sono sotto siae).
    Le mie perplessità comunque erano relative proprio al rispetto delle clausule della licenza CC (non NC): ritengo sacrosanto l'attribuzione dei brani ai rispettivi autori, anzi se lo meritano assolutamente, semmai il mio dubbio era proprio su come essere in regola, ma se le cose sono "così semplici" (ovvero, non si è troppo puntigliosi), nel senso che basta appunto il nome scritto sul volantino durante il saggio o pensavo al nome dell'autore/titolo su un Monitor 22"/proiettore (così risulta anche più visibile) durante il ballo, direi che è già il paradiso!!
    Viva Jamendo e la musica Creative Commons!
  • @giusep al diavolo la siae :-)
    quando vedi scritto che il brano è per uso non commerciale è perchè non ci marcino sopra le aziende. L'autore, su richiesta è libero di concedere l'uso gratuito a chiunque.
    Alcuni nostri brani li ha usati una scuola per un progetto finanziato dalla provincia, è uso "commerciale", teoricamente si poteva chiedere un compenso, ma questo avrebbe significato meno materiali didattici per i bambini, e non si lucra sui bambini. :-)
  • Scusate (chiedo scusa sopratutto a te Cordiandolo che sei veramente molto gentile) se faccio una sola domanda relativa alla siae ("inzozzando" questo forum che tratta di questioni molto più nobili), più che altro perchè non sono riuscito a trovare un solo forum dove sembrano rispondere in maniera competente al riguardo (sarà che sta associazione a delinquere induce proprio all'omerta): nel caso della siae, la stessa cosa, ovvero "L'autore, su richiesta è libero di concedere l'uso gratuito", che voi sappiate non è vera? mi spiego meglio: da quanto ho letto, anche l'autore deve pagare alla siae per suonare/duplicare/ballare la propria canzone, anche a fronte di tutte le autodichiarazioni di questo mondo (se così, capisco i grandi cantanti/compositori, ma mi chiedo agli altri chi glielo faccia fare).
    Chiedo questo perchè, qualora non fosse stato vero, avrei tentato di contattare se non altro un paio di autori dello Zecchino d'oro e RTI, dato che, relativamente a quello che sto facendo io, trovo veramente assurdo che debba pagare uno sproposito (per capirci come una discoteca) per far ballare 10/20 bambini per qualche decina di minuti (che poi, non è che un bimbo di 2/4 anni balla come un professionista del tango, per capirci), sono queste cose che mi fanno letteralmente ribrezzo e mi spiace sopratutto che non possa far ballare (ad esempio) le "tagliatelle di nonna Pina" altrimenti dovrei aumentare (sostanzialmente) del 150% il biglietto d'ingresso (almeno così mi è stato imposto, dato che, nel mio caso, non supero i minimali, avendo un prezzo d'entrata irrisorio)
  • @giusep
    l'autore, al momento che si iscrive alla siae e da mandato alla siae di raccogliere i proventi del diritto d'autore, si spossessa in toto di tale diritto. Pertanto non può cedere gratuitamente la sua opera a nessuno, pare strano, ma non ne ha il diritto.
    C'è una sola eccezione, se l'autore opta per gestire in proprio il diritto d'autore su internet. In quel caso la siae non vi provvede. Ma solo su internet.
    Perchè molti artisti si iscrivono alla siae e ogni anno continuano a versare 150 euro (a cranio anche se sono una band) senza vedere un duino di ritorno?
    Per un motivo tanto semplice quanto falso. Tantissimi credono che iscriversi alla siae serva a tutelare dal plagio le proprie opere.
    Niente di più falso, è la legge che tutela dal plagio le opere e l'autore, che tu sia iscritto siae, che tu sia un Creative Commons, o comunque che tu gestisca in proprio i tuoi diritti d'autore, chi tutela è la legge, il plagio è un reato penale e come tale deve essere accertato in tribunale. La siae invece lascia intendere che non è così, che l'opera depositata in siae gode di maggior tutela. Un deposito in siae ha lo stesso valore probatorio di una marcatura digitale da 10 cent fatta da Patamù o da Copyzero o di un deposito in safecreative o un qualsiasi pubblico registro che dica che quell'opera in tale data è stata annotata in quel registro.
    Capisco che ai bambini piacciano le tagliatelle di nonna pina, o il pulcino pio,o il ballo del quaquà, ma magari facendogli ascoltare qualche canzone, sempre per bambini ma "libera" non sarebbe da tentare? forse cresceranno anche loro più "liberi" nelle loro scelte, senza bersi tutte le fesserie che gli propinano le radio e le tv ;-)
    E le canzoni dello zecchino d'oro sono tutte, naturalmente, iscritte alla siae.
    Se vuoi vedo di trovarti qualcosa di adatto per i bambini. Caso mai lo posto qui.
    Mi ricordo di un vecchio album francese, uno dei primi pubblicati su jamendo.
    Sarebbe poi da fare una ricerca sulle canzoni tradizionali, molte sono in pubblico dominio, ma è coperta da copyright l'interpretazione. Se si trovano, nulla vieta di fare una "chiamata alle armi" degli artisti Creative Commons per una interpretazione "nostrale" e libera di quelle canzoni. Sarebbe un bel progetto.
    Se vuoi una risposta veloce e non solo quando passo da queste parti, taggami, perchè ormai le notifiche senza i tag non mi arrivano più da jamendo.



  • Coriandolo, grazie mille per la risposta. Ti ringrazio infinitamente per la disponibilità, quasi incredibile una gentilezza tale al giorno d'oggi, e non voglio assulutamente abusare, anzi sono già immensamente grato alla vostra struttura che mi ha permesso di trovare molte canzoni (anche non NC) che sono ottimali ..rimangono ovvimente le canzoni più famose, ma ognuno (gli autori/compositori intendo) fa le sue scelte, sebbene io continuerò a non capirli (se non, ripeto, per i grandi autori/compositori che, Report docet, guadagnano alle spalle degli altri), anche perchè è proprio come avevo intutito: se tu t'iscrivi alla siae in qualche modo è come se vendessi l'anima al diavolo (paragone forte, ma penso sia perfettamente calzante) e di fatto non sei più il proprietario di ciò che hai creato: incredibile!!
    Vi ringrazio molto e, nel mio piccolo, tenterò di diffondere la cultura del CC che ritengo magnifica!