Suonerie
  • Cerchi un’idea, ti concentri, la sviluppi. Dai il meglio di te. Componi, crei e alla fine realizzi un opera gratificante. L’ascolti e la riascolti: bella, ti piace...la pubblichi.
    Giorno dopo giorno controlli gli ascolti per capire se è gradita anche a chi ti ascolta. Arrivano i primi commenti, le critiche.
    Fai un giro tra i motori di ricerca per vedere che strade prende la tua creatura…NOOO!!! Sacrilegio! La mia opera: una suoneria per cellulare!
    Rassegnati: “Se lasci cadere la tua goccia nel mare di Internet non avanzare pretese, non riuscirai a tenerla separata dalle altre, ma sopratutto non potrai mai più riaverla indietro”.
    Va bene così.
  • Certo che va bene così. Ricordo un festival di San Remo, una canzone bellissima che nessuno si filò, tranne qualcuno che disse: bravo sto ragazzo.
    Ma tutto morì lì forse si infilò in qualche compilation festivaliera.
    Un anno dopo e più arriva Vodafone (o infostrada non ricordo) e fa una pubblicità con la musica di questo ragazzo. Fu un successo planetario e da allora ogni uscita di quel ragazzo (oggi un pò, anzi abbastanza grigio) è un successo planetario.
    Quindi .... hai visto mai che anche da una suoneria possa nascere un fiore? :bigsmile:
    ahh! la canzone era questa


    :wink:
  • Veramente Coriandolo, che io ricordi Bocelli ce l'hanno propinato in tutte le salse subito dopo San Remo e non un'anno dopo grazie ai telefonai, anzi ho la netta sensazione che la compagnia telefonica abbia pensato bene di accaparrarsi quel brano proprio perché stava andando a 1000 (le concorrenti di solito si sparavano l'ennesima cazzatina pop che stava in testa alle classifiche e i pubblicitari non sono mica tanto diversi tra una compagnia e l'altra).

    Pensa che se questo giovanotto di buone speranze si fosse presentato al festival Pucciniano anche solo l'anno prima di quel San Remo proponendosi per cantare in un'opera gli avrebbero riso dietro (no questo forse no, ma molto probabilmente gli avrebbero detto: certo, nel coro ci sono ancora un paio di posti disponibili), mentre dopo si sono fatti in quattro per sopperire alle ovvie difficoltà nel mettere in scena un cantante non vedente pur di sfruttare però il grande appeal pubblicitario che quel cantante si portava appresso, grazie a San Remo prima e tutto il resto poi.

    Comunque Gianni consolati che innanzitutto coi cellulari di adesso si riesce ad apprezzare anche un minimo di qualità nell'audio, e poi non è da tutti essere scelti per qualcosa, figurati che "questa" mia composizione non me l'hanno mai richiesta nemmeno per il festival delle scuregge non ostante ne avesse tutte le peculiarità :tooth:
  • Gianni1259 said:
    NOOO!!! Sacrilegio!

    Avevo stemperato un po' la tua indignazione Gianni ma oggi m'è venuta la stessa esclamazione quando per caso ho visto la pubblicità di un nuovo modello di automobile...
    per di più ambientata nello spazio....

    ci mancava solo che terminasserolo spot con la frase: "Quando finisce la musica raccogli la pistola e cerca di sparare... cerca."
    Beh, fortuna che lì in terra non ci stava una pistola altrimenti nessun Indio sarebbe riuscito ad impedirmi di tirare una rivolverata sulla TV
    :angry::angry::angry:
  • mhl said:
    ci mancava solo che terminasserolo spot con la frase: "Quando finisce la musica raccogli la pistola e cerca di sparare... cerca."

    Non so se anche voi vi dilettate a guardare e criticare gli spot pubblicitari in TV, io la trovo una pratica divertente; a volte ci trovi dei veri capolavori, a volte però delle stupidaggini pazzesche. Mi permetto di affermare che spesso la pubblicità supera il programma che interrompe, e per la buona riuscita di uno spot, lo sanno bene i pubblicitari, la musica è fondamentale. Mi basta alzare lo sguardo di pochi centimetri e trovare la copertina di un CD con sopra scritto: TOP of the SPOT. :wink: